Cane finisce nel torrente: Salvato dai Pompieri in Sicilia

Vigili-fuoco-recupero-cane sicilia torrente animaliFinisce nel torrente ma viene salvato dai vigili del fuoco.

Protagonista di questa disavventura, un cane corso, soccorso il 4 Maggio, intorno alle ore 10, dai pompieri del Distaccamento di Riposto (Catania), dopo essere caduto nell’alveo del torrente “Femminamorta”.

La squadra di caschi rossi è riuscita, mettendo in atto tecniche Saf, dopo essere scesa con l’ausilio di una scala nell’alveo del Femminamorta, ad imbracare con lunghe funi per tirare fuori dal corso d’acqua il molossoide.

Il povero cane appariva impaurito, ma per fortuna non ha riportato ferite a seguito della caduta. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia municipale Ripostese, che si è prontamente attivata per risalire, attraverso eventuale microchip, al proprietario del cane corso italiano.

Una storia Siciliana a lieto fine, un esempio di rispetto per l’animale, un cane fortunato che ha trovato la salvezza in un gruppo di persone pronte ad aiutarlo e riportarlo sulla terra ferma.

“Investire un animale sulla strada e allontanarsi senza attivare i soccorsi è anzitutto un segno di insensibilità e inciviltà; e poi può costare caro A prevedere le sanzioni è l’articolo 189 del codice della strada Il verbale è di 389 euro per il responsabile dell’incidente; e 78 euro per gli altri coinvolti non responsabili, come i passeggeri o altri automobilisti coinvolti nel sinistro che però non hanno investito l’animale.  E chi assiste all’investimento di un animale con fuga del colpevole, può prendere il numero della targa, comunicarlo agli agenti affinché siano applicate le giuste sanzioni: un pirata della strada a danno degli animali anziché degli uomini. Comunque, se l’animale si trova sulla carreggiata, prima di soccorrerlo, meglio assicurarsi che nessun veicolo stia sopraggiungendo, quindi è possibile rimuoverlo fino a bordo strada.  Per quanto riguarda invece l’abbandono di animali, si tratta di un reato, punito con l’arresto fino a un anno o con un’ammenda fino a 10.000 euro.”

fonte animali investiti

 

I commenti sono chiusi.